Nessuno può toglierti ciò che ti è destinato

326
nessuno può toglierti ciò che ti è destinato

A volte ci arrovvelliamo il cervello sul da farsi: “Devo fare questo o quello? Vorrei che le cose andassero così, mi piacerebbe succedesse questo, non mi va che Tizio si comporti in quella maniera, ho paura che Caio mi porti via ciò che mi spetta. Cosa succederebbe se facessi così, chissa dove sarei se avessi fatto colà!” Un sacco di “seghe mentali” caratterizzano lo scorrere delle nostre giornate e occupano incessantemente la nostra mente, togliendoci energia. Una gioro qualcuno mi disse che sua nonna era solita dire: “Nessuno può toglierti ciò che ti è destinato”. Quello che è nella strada del tuo destino, cioè, non ti può essere rubato. Un esempio: se ho paura che nel posto di lavoro qualcuno mi “rubi” il posto, non dovrei preoccuparmi più di tanto, in quanto “tutto va esattamente come deve andare”, e quindi se quella cosa deve succedere è bene che succeda, per il bene mio, di quella persona, dell’ambiente di lavoro e, in generale, dell’Universo tutto. Resistere in una posizione solo perchè è prestigiosa o perchè mi piace l’idea di mantenerla è controproducente per tutti. La resistenza ci fa disperdere un sacco di energia. A volte è più semplice e redditizio arrendersi alla realtà dei fatti e lasciare che le cose fluiscano liberamente. Dobbiamo stare tranquilli, come le nonne ci insegnano. Nessuno può rubarci il nostro posto nel mondo e nell’Universo. Ognuno di noi è una stella che brilla di luce propria, non serve che facciamo le guerre per farci riconoscere. Il Sole non deve fare la guerra con nessuno per farsi riconoscere. Tutti riconosciamo la sua luce, non c’è bisogno che lui dica in continuazione: “Io sono il Sole, io possiedo una gran luce, la riconosci? Devi riconoscerla, ho paura che non la riconosci.” Il Sole sa di splendere e tutti noi sappiamo che esso splende come nessun’altra cosa nel sistema solare. 


Così come il Sole sa di splendere, anche tu dovresti sapere che puoi splendere di luce tua propria, senza dimenarti perchè gli altri scorgano il tuo valore. Il tuo valore è già immenso, c’è già, e molti lo hanno già visto. Hai dei talenti enormi che basta solo mettere a disposizione dell’umanità e del Creato. Non devi lottare per questo. Devi solo essere te stesso. Se sei te stesso, sei una meraviglia. A qualcuno, potrebbe non andar bene. Qualcuno potrebbe essere invidioso, geloso, competitivo. Problemi suoi. Imparerà a splendere della sua propria luce come tu stai cominciando a fare con la tua. Nessuno può toglierti ciò che è nel tuo destino. Non serve credere che tutto sia già scritto, deciso in principio per scoprire la grandiosità di questo proverbio. I tuoi talenti sono un tesoro che nessuno potrà mai rubarti. Se sei bravo a ballare, cantare, disegnare, scrivere, giocare, recitare, oziare, parlare, dirigere, motivare, cucinare, coordinare, allenare, baciare, fare l’amore, ridere, leggere, suonare, creare… se sei bravo a gioire della vita, nessuno potrà mai rubare il tuo talento. Serve solo che tu lo faccia splendere per la gioia tua, ma per la gioia soprattutto di chi usufruirà dei tuoi meravigliosi talenti. Nessuno potrà obiettare questo. Max Pezzali, con i suoi 883, cantava: “Tutto va come deve andare…”. Credo proprio che sia così. Tutti i tuoi tentativi di controllare, deviare il corso delle cose, andranno perduti e ti sottrarranno un sacco di energie preziose. Perderai la tua gioventù in un vano tentativo di sottrarre qualcosa a qualcuno, scordandoti che l’unica cosa che dovresti fare è splendere della tua luce, dei tuoi talenti, della tua gioia di vita. E lo stress va a zero.


In fondo anche il grande maestro Eckart Tolle insegna il Potere di Adesso e in Un Nuovo Mondo, egli afferma che laddove c’è stress, ci sia ego. Se ci stressiamo non stiamo facendo fluire la Vita e non risuciamo a splendere.

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.