Maria che scioglie i nodi, uno strumento per guarire le disgrazie dell’albero genealogico

77
maria che scioglie i nodi

Maria che scioglie i nodi ci aiuta a superare i problemi

Hai mai avuto il sospetto che nella tua vita ci sia qualcosa che non dipende da te ma, piuttosto, che sia causato da forze superiori che non riesci a controllare? Ti è mai capitato di essere protagonista di ripetizioni di eventi che continuano ad accadere senza che tu ne comprenda la ragione, oppure di assistere alla ripetizione di eventi simili che si perpetuano di generazione in generazione? Hai mai avuto il sospetto che nella tua famiglia ci sia un segreto che si trasmette di padre in figlio? Maria che scioglie i nodi può essere un valido aiuto.

La psicogenealogia

Beh, sappi che ciò è piuttosto normale ed esiste una “scienza” che studia tali fenomeni. Si chiama psicogenealogia. In sostanza, tutto ciò che, nel bene e nel male è accaduto ai nostri avi si ripercuote nella nostra vita. Così come ereditiamo dai nostri genitori, nonni, bisnonni, etc i talenti e le virtù, ereditiamo da essi anche le cosiddette tare, ovvero i difetti, i vizi, le deviazioni, le loro malefatte. A volte accade che di padre in figlio si trasmettano malattie – e spesso esse sopraggiungono nel figlio alla stessa età che aveva il genitore quando ha subito la malattia stessa – o eventi traumatici. Sembrerebbe che, se la faccenda non è risolta e doverosamente elaborata dagli avi, essa si presenta all’erede, in modo che egli abbia la possibilità di risolverla, di scioglierla.

Siamo chiamati a guarire l’albero genealogico

Ciascuno di noi è chiamato ad aggiustare ciò che i nostri genitori non sono riusciti a sistemare nella loro vita, con lo scopo di guarire l’albero genealogico. Se ci riusciamo, infatti, non lo facciamo solo con un fine egoistico, per stare bene noi, ma lo facciamo per liberare anche i nostri antenati.

Il peso dei segreti

I segreti, in particolare, hanno un peso rilevante nella qualità della nostra vita. Tutti noi abbiamo sperimentato quanto possa essere pesante un segreto, anche se di piccole dimensioni e riguardante la quotidianità. Proviamo ad immaginare cosa può succedere se un nostro antenato è giunto alla fine dei suoi giorni con un pesante segreto che non ha avuto il coraggio di svelare, come un omicidio, un tradimento, la sua omosessualità, o cose di questo genere.

Cosa può comportare il celare una verità fino a portarsela in tomba? Non pensiamo che quel segreto scompaia nel nulla al momento della morte del povero avo. Esso si perpetua e si trasferisce alle generazioni successive, nei figli, nei nipoti. Arriverà un giorno in cui un discendente di quella persona svilupperà una strana malattia, oppure sarà turbato da pensieri ricorrenti, o metterà in scena dei comportamenti inspiegabili. Egli è chiamato a risolvere il “nodo” dell’albero genealogico che si è creato a causa di quel segreto. Dovrà, quindi, trovare il modo per scioglierlo, per liberare sé stesso, ma anche l’avo in questione e tutto l’albero genealogico da questa tara.

Chi è Maria che scioglie i nodi

Un aiuto in questo senso è la figura di Maria che scioglie i nodi, una figura della spiritualità cattolica che ha proprio la funzione di sciogliere i nodi, le tare ereditarie dell’albero genealogico. Ho scoperto questa possibilità frequentando la Basilica di Monte Berico, santuario mariano e simbolo spirituale nella mia città. Nel negozietto antistante la chiesa, vendono un libricino intitolato Beata Vergine Maria che scioglie i nodi – Preghiere di guarigione dell’albero genealogico.

Papa Francesco è il principale “sponsor” di Maria

La figura della Vergine sciogli nodi è promossa anche dall’attuale Papa Francesco. Egli era rimasto affascinato da un dipinto, conservato nella Chiesa di St. Peter am Perlach, ad Augusta (Augsburg) in Germania, in cui Maria, aiutata da dei cherubini, tiene tra le mani un lungo nastro bianco con dei nodi e lei si premura con tutta la sua dolcezza, di scioglierli. Quei nodi sarebbero i nodi dell’albero genealogico. In questo libricino, dunque, sono raccolte delle preghiere per invocare l’aiuto divino nella risoluzione di queste problematiche intergenerazionali, che ci condizionano pesantemente. Tali preghiere, che includono anche una novena, chiedono la forza di perdonare i nostri antenati per ciò che hanno commesso, per guarire la nostra vita sotto tutti i punti di vista.

Si chiede che vengano guarite tutte le malattie che giungono a noi attraverso la generazione, siano esse fisiche o mentali (incluso pensieri di suicidio, tristezza, tedio della vita, paure, insicurezze, depressioni, ansie, affanni), ma anche i mali che colpiscono i matrimoni – come mancanza d’amore, odio, durezza di cuore, infedeltà, separazione, divorzio, fuga da casa – i bambini, gli antenati morti di morte violenta, in circostanze misteriose, in incidente o che si suicidarono. Inoltre, si chiede la guarigione da tutte le tendenze negative come la tendenza al gioco, allo sperperare, al bere, alla droga, al furto, deviazioni sessuali – violenza sessuale, incesti, omosessualità, pedofilia, prostituzione.


Proprio così, anche se non sembra possibile, può essere che una nostra caratteristica negativa che crediamo sia inamovibile, può essere rimossa. Come? Semplicemente con la preghiera, in quanto proveniente da qualcuno che appartiene al nostro albero genealogico.
Questo strumento può aiutaci a risolvere dei veri e propri drammi che derivano da un passato in cui non eravamo neancora nati. E’ evidente, tuttavia, che siamo tutti connessi e il tempo e lo spazio sono relativi. Dunque non è mai tardi per risolvere problematiche che si sono verificate nei secoli passati e che tuttavia hanno ancora potere nelle nostre vite.

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.