Il terzo rito tibetano

52
terzo rito tibetano

I riti tibetani, elisir di lunga vita

Nelle precedenti puntate abbiamo visto il primo ed il secondo rito tibetano, oltre a leggere la storia del colonnello Bradford. Questi, grazie alla conoscenza trasmessagli dai lama di un monastero tibetano, è riuscito a ringiovanire e a recuperare i fasti di un tempo.

Di questo stiamo parlando, di ringiovanire grazie ai 5 riti tibetani, dei semplicissimi esercizi di yoga, che aiutano a ripristinare il sistema ormonale e permettono di stabilire un migliore equilibrio del sistema corpo. Oggi vediamo il terzo rito tibetano.

Il terzo rito tibetano

La posizione inizi5 tibetani terzoale è in ginocchio, piedi puntati a terra con le dita ripiegate a supporto del corpo, mani appoggiate sui glutei. Inspirare ed espirando piegare la testa in avanti portando il mento allo sterno. Inspirando flettere la testa all’indietro, inarcare il busto, avvicinare il più possibile tra loro i gomiti chiudendo le scapole e contrarre i glutei.

Possiamo accompagnare questo rito con un pensiero di disponibilità “apro il mio cuore verso il cielo”. Il Terzo Tibetano scioglie le tensioni del collo e della schiena, tonifica addome e diaframma, favorisce la respirazione, seda la tiroide, le ghiandole surrenali, i reni, l’apparato digerente e genitale. Stimola il secondo, terzo e quinto chakra.

Respirazione

Quando si inarca la spina dorsale fare un’ampia inspirazione ed espirare quando si torna in posizione eretta. Questo si può fare anche ad occhi chiusi.

Raggiugiamo le 21 ripetizioni

Come già visto per il primo e per il secondo tibetano, è consigliabile partire con 3 o 5 ripetizioni quotidiane di questo esercizio. Poco a poco, aggiungendone un paio al giorno, si dovrebbe arrivare al numero ottimale di 21 al dì.

Posto, qui, un video per meglio comprendere la corretta esecuzione del rito:


 

Fonti:
https://www.benessereearmonia.it/discipline-olistiche/il-terzo-tibetano-larco/
http://www.cure-naturali.it/tecniche-energetiche/cinque-riti-tibetani/45/3/f

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.