Fernando chiede tregua ai cacciatori andalusi

36

Fernando, la persona che mi ha ospitato nella sua finca a Tarifa, nel mio recente viaggio in Andalusia, mi ha appena girato un suo articolo dove chiede una tregua ai cacciatori di tordi andalusi. Egli parla dei problemi derivanti dalla caccia nel parco naturale in cui vive. Il parco naturale dovrebbe essere un’oasi di pace, dove l’uomo e gli animali possano vivere nella quiete della natura. Ed invece, finisce per diventare un vero e proprio inferno. Nella zona di Tarifa i cacciatori sparano prinicipalmente ai tordi che, tra l’altro sono dei preziosissimi alleati dell’agricoltura. Infatti questi uccelli si cibano prevalentemente di lumache, tanto dannose per le coltivazioni.
Questo è il link di blog sostenible, in cui Fernando ha scritto e dove potete leggere l’articolo. Il post è in spagnolo ma lo potete tranquillamente tradurre con il traduttore.

Questo articolo è uno stimolo a riflettere sulla situazione della caccia nel nostro Paese.

Buona lettura 🙂

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.