Torta di caco e ca(r)cao

0
139

Ricetta semplice e veloce utilizzando un frutto formidabile in questa stagione: il kaki (o caco). E’ un frutto che, una volta maturo, è dolcissimo. In Veneto si dice che il caco “liga”, cioè provoca quella strana sensazione di segatura sulla lingua, che piacevole proprio non è. In realtà il caco “liga” solo quando è molto acerbo. Una volta maturo, invece, non liga affatto ed è un orgasmo per il palato, è dolcissimo, cremoso e non serve nemmeno curarlo per mangiarlo: basta un risucchio o, per i più eleganti, un cucchiaino se si ha paura di emettere suoni molesti con il risucchio!! Quindi quando lo comprate ed è duro, occorre aspettare che maturi. Per questo bastano un paio di giorni al caldo in casa, meglio su un termo, e il gioco è fatto.
Questa ricetta è veramente easy.

INGREDIENTI

  • 200 g di farina tipo 2 (ma vanno bene anche le farine integrali);
  • 5 mele;
  • 2 banane mature schiacciate;
  • 5 cachi maturi;
  • 1/2 bustina di polvere lievitante per dolci Baule Volante;
  • 5 albicocche secche ammollate e sminuzzate;
  • 50 g di uvetta ammollata;
  • 3 cucchiai di polvere di carrubba;
  • 100 g di olio di cocco;
  • 50 g di sciroppo d’agave;
  • 1 limone buccia grattuggiata;
  • 200 ml di bevanda/latte vegetale;
  • un cucchiaino di cannella;
  • acqua q.b.;
  • un pizzico di sale.

PREPARAZIONE
Far appassire a fuoco lento i cachi e 2 mele precedentemente pelati, in padella con il latte vegetale. Bastano pochi minuti. In una terina mettere la farina, la polvere lievitante, l’olio di cocco, le albicocche, l’uvetta, lo sciroppo d’agave, il limone  e il sale e formare un impasto con acqua q.b.. Mescolare il tutto fino ad ottenere un impasto che non sia troppo secco, ma neanche liquido. Aggiungere i cachi e le mele appassiti in padella, le banane e un cucchiaino di cannella. Amalgamare il tutto e mettere in una pirofila con carta forno. Sbucciare le altre 3 mele e tagliarle a fettine da aggiungere in cima alla torta, come copertura. Mettere in forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti. Affondare una forchetta per verificre il grado di cottura. Lasciare raffreddare perchè acquisti gusto e consistenza.

BUON APPETITO!

 

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.