Spinacio, principe di ottobre

168

Ottobre, periodo di spinaci! Ottima occasione per mettere in moto l’estrattore e preparare un succo che non ti lascerà deluso. Lo spinacio nell’estratto è delizioso. Il succo di spinacio, al contrario di quanto si possa pensare, è quasi dolce. Nonostante, usualmente, le foglie verdi possano sembrare disgustose se assunte in grandi quantità con l’estrattore, con la spinacia oleracea, la situazione è completamente diversa. Poi, per carità, i gusti sono soggettivi ma, provare per credere!
In questo periodo, consiglio un estratto di carota e spinacio. È un cosiddetto estratto verde. Le foglie verdi dello spinacio, che conferiscono un gran colore alla bevanda, sono, in realtà, una vera e propria miniera di sali minerali e vitamine. Questa pianta è conosciuta per essere davvero ricca di ferro, calcio, magnesio, oltre che vitamina A e vitamina C. In sinergia con il succo di carota, il quale è già di per se una panacea, oltre che anch’esso una fonte immensa di nutrienti (vitamine A-C-D-E-K solo per citarne alcune), diventa assolutamente una super bevanda, rinfrescante, antiossidante, nutriente come poche altre bibite. Con l’aggiunta di un po’ di limone che aiuta ad assorbire il ferro e di zenzero che conferisce un po’ di sprint, l’estratto diventa una vera e propria chicca!
Da notare che spinacio-carota è un cavallo di battaglia di quello che è il vero guru degli estratti vegetali, Norman Walker. Come si legge nel suo best-long seller Succhi freschi di frutta e verdure, Macro Edizioni, il succo di carota rappresenta la base di tutti i succhi da lui consigliati, in quanto la carota, di per sé contiene un sacco di nutrienti che, già di per sé sono curativi. Miscelati con il succo di spinacio diventano un autentico elisir. “[…]gli spinaci sono l’alimento più vitale che esista per l’intero apparato digerente […]. Negli spinaci crudi la natura ha fatto in modo che l’uomo trovasse le sostanze organiche più preziose al mondo per la depurazione, la ricostituzione e la rigenerazione del tratto intestinale. Il succo di spinaci crudi, opportunamente preparato, bevuto nella quantità di circa ½ litro al giorno, ha spesso risolto i casi più gravi di costipazione in pochi giorni o in poche settimane. […] il succo di spinaci crudi agisce efficacemente come depurativo e aiuta la guarigione, non solo della parte inferiore dell’intestino, ma anche dell’intero apparato digerente. Gli spinaci agiscono in maniera naturale, riparando prima di tutto i danni nelle parti essenziali e alle persone non sempre è chiaro dove sta procedendo l’operazione di rigenerazione del proprio corpo. I risultati a volte non si notano prima di 6-8 settimane dal giorno in cui è stato assunto il succo. […] un’altra proprietà del succo di spinaci crudi è l’effetto che ha su denti e gengive, aiutando a prevenire la piorrea. Questa malattia è una forma leggera di scorbuto ed è causata dalla carenza di sostanze che si trovano soprattutto nella miscela di succhi di carota e spinaci. Il sanguinamento delle gengive e la necrosi della polpa dei denti sono diventati ormai problemi comuni a causa dell’uso abituale di cereali devitalizzati, zucchero raffinato e altre carenze alimentari che provocano una mancanza di vitamina C. Un aiuto definitivo per questo problemi è rappresentato dalla dieta: consumo di alimenti crudi e naturali e, soprattutto, di grandi quantità di succo di carota e spinaci. Spinaci e carote sono tra le migliori fonti vegetali di vitamina C ed E. una carenza di vitamina E può causare impotenza e sterilità in entrambi i sessi, oltre ad alcune forme di paralisi. Gli spinaci non andrebbero mai consumati cotti, a meno che, non vogliamo accumulare cristalli di acido ossalico nei reni con conseguenti dolori e disturbi.
Quindi, cosa stai aspettando? Entra subito in un negozio a comprare delle carote, degli spinaci e… accendi l’estrattore!

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.