Silicio organico per rigenerare pelle, ossa e capelli

71

E’ un minerale fondamentale per l’organimo umano, lo chiamano addiritura la “pietra filosofale” della chimica del corpo umano. Il nostro pianeta ne è particolarmente ricco e nel nostro corpo è presente come oligoelemento. Di cosa stiamo parlando? Parliamo del silicio, un elemento fondamentale per l’uomo e per la Terra. Secondo elemento per abbondanza sul pianeta, dopo l’ossigeno, il Silicio (Si) si trova in natura in argilla, feldspato, granito e quarzo, principalmente in forma di biossido di silicio, silicati e alluminosilicati (composti contenenti silicio, ossigeno e metalli).
Secondo la filosofia antroposofica introdotta da Rudolf Steiner durante il secolo scorso, il silicio è addirittura l’elemento base del corpo umano dove è normalmente presente nella forma di Silice, un composto naturale costituito di silicio e ossigeno (SiO2). Le molecole di Silice favoriscono l’assorbimento delle proteine essenziali da parte del corpo, comportandosi come un agente legante.

Biodoron Caps - Ricco di Ferro e Silicio
Biodoron Caps – Ricco di Ferro e Silicio
17,70 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

 

 

 

Silicio: Un minerale dalle mille proprietà

Il Silicio ha molte proprietà, vediamone alcune:

  • uno dei vantaggi del silicio è che aiuta a distruggere i grassi cattivi. La terra diatomacea aiuta a ridurre il colesterolo da 40 a 50 punti, con conseguente riduzione della pressione arteriosa a livelli normali;
  • il silicio ha effetti inibitori sulla malattia coronarica;
  • migliora l’elasticità delle articolazioni e riduce il dolore quando potenzialmente esiste.;
  • per l’osteoporosi, il silicio può diminuire il dolore e persino ripristinare il processo di riparazione;
  • pelle sana: il collagene, in gran parte, è fatto di silicio. Se il nostro corpo ha abbastanza silicio, ci farà sembrare più giovani. Il silicio aiuta anche chi ha problemi di pelle e lesioni con prurito, eruzioni cutanee, ascessi, foruncoli, acne;
  • capelli in crescita: il silicio è il componente principale dei capelli. Utilizzando un supplemento di terra diatomacea ci aiutiamo a prevenire la calvizie;
  • denti e gengive: il silicio impedisce anche il sanguinamento delle gengive;
  • il silicio contenuto nella terra diatomacea stimola il metabolismo a livelli di energia più elevati;
  • un supplemento di silicio aiuta a riparare e mantenere i tessuti polmonari vitali e li protegge dall’inquinamento;
  • preso in menopausa aiuta a prevenire molti effetti collaterali indesiderati;
  • può aiutare a prevenire i calcoli renali e curare le infezioni del tratto urinario;
  • il silicio contribuisce a normalizzare il tessuto emorroidario;
  • Il silicio promuove il benessere interiore e allevia la stanchezza, il senso di insicurezza e lapaura. Rende l’individuo più stabile e deciso e lo apre a nuove esperienze. Focalizza l’attenzione e aiuta a comprendere la situazione attuale e ad armonizzarsi con se stessi e con il proprio ambiente.


Original Silicea Plus
Original Silicea Plus
21,00 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

 

 

 

Silicio aiuta la rimineralizzazione dell’organismo
Il SIlicio, o Silice organica aiuta a rimineralizzare l’intero organismo. In particolare, è un validissimo alleato della salute ossea. In caso di demineralizzazione delle ossa, con conseguente osteoporosi, e in caso di fratture, quindi per gli obiettivi di ri-mineralizzazione delle ossa danneggiate, è consigliabile assumere silice organica supplementare ogni giorno. Questo oligo-elemento accelera la guarigione delle fratture e diminuisce anche le cicatrici nella posizione della frattura. Per quanto riguarda il calcio, inoltre, una grande quantità di prove e ricerche dimostrano che, attraverso un processo di trasmutazione, il silicio si trasforma in calcio quando vi è una carenza di quest’ultimo e il corpo ne ha bisogno.

 Il calcio si forma a partire da silicio, magnesio e potassio

Corentin Louis Kevran, dimostrò che le galline producono le uova, il cui guscio è formato prevalentemente da calcio, anche seguendo un’alimentazione con contenuti di calcio quasi nulli. Infatti, alimentò delle galline esclusivamente ad avena, alimento con contenuto di calcio pari quasi a zero, notando che continuarono a “sfornare” uova senza problemi e che il contenuto totale di calcio tra feci e guscio delle uova era di molte volte superiore a quello che ingervano con la nutrizione. C’è da chiedersi da dove le galline attingano il calcio per metterlo nei gusci.
E’ palese, dunque, che deve esserci un’altra spiegazione. Infatti, Kevran dimostrò che il calcio all’interno dell’organismo si forma a partire da alcuni minerali, quali il Potassio, il Magnesio e, appunto il Silicio. Questa è stata una vera e propria rivoluzione nell’ambito della chimica del corpo umano, peccato solo che questa scoperta non sia stata divulgata, se non per vie traverse.

Dallo schemino qui accanto (Fonte: http://www.nutrizionesuperiore.it/wp-content/uploads/2016/12/kervran-2-768×576.jpg), si evince che il calcio si forma a partire dal silicio, dal magnesio e dal potassio. Dunque avviene una sorta di trasformazione alchemica all’interno del corpo che porta a produrre calcio a partire da altri minerali.

Rbadisco l’importanza del Silicio, dunque, per una corretta mineralizzazione dell’organismo.

Silicio fondamentale nell’Uomo e nella Terra
A testimonianza di come l’Uomo e la Terra siano in stretta simbiosi e siano, per certi versi, molto simili tra di loro, notiamo che il Silicio è un minerale di cui non si può fare a meno nell’agricoltura. In agricoltura Biodinamica, ad esempio, uno dei preparati più famosi è il corno silice, il preparato 501. Si realizza, appunto, partendo dal quarzo di rocca, silice allo stato puro che viene posta nei corni di mucche che abbiano figliato almeno una volta, addizionata di acqua pura e poi interrata dalla primavera all’autunno successivo. Questo preparato, serve a diffondere la luce accumulata conferendo alle piante una elevata capacità di rigenerarsi e di resistere ai raggi solari stessi. Come in cielo, così in Terra. O megli: così nell’Uomo e così nellaTerra.

Una contromisura contro i “vampiri energetici”, ladri di Silicio
Integrare il Silicio nella nostra alimentazione è fondamentale per le persone che sono spesso vampirizzate dai cosiddetti vampiri energetici, ovvero quegli individui che si nutrono letteralmente dell’energia di altri esseri umani. Alcuni individui, infatti, non riescono a stare in equilibrio da soli, e quindi devono depredare letteralmente le persone con cui hanno a che fare. Come? I vampiri energetici non mordono al collo le loro vittime per succhiar loro il sangue. Agiscono in modo molto più sottile. Come? Volendo sempre aver ragione, prevaricando gli altri, schiacciando i più deboli, manipolando il prossimo. Ma anche a livello più sottile nei rapporti tra partner, amici, genitori-figli, colleghi di lavoro semplicemente attingendo energiticamente da loro in modo quasi impercettibile. Avete mai avuto la sensazione di grande spossatezza dopo esser stati in compagnia di una persona? La vera notizia è che, si è detto, i vampiri energetici riescono a “rubare” il silicio dalle loro prede. Di certo non lo fanno con consapevolezza, non se ne rendono conto.

Il SIlicio in cristalloterapia
Molti di voi hanno sentito parlare della cristalloterapia, l’arte di utilizzare i cristalli sul corpo per la riarmonizzazione del sistema. Ebbene, il cristallo più utilizzato è proprio il quarzo, o cristallo di Rocca, ad alto contenuto di silicio. Altri cristalli utilizzati sono l’ossidiana e il calcedonio, anch’essi ricchi di silicio.

Fonti alimentari di Silicio
La fonte più famosa e popolare di Silicio è indubbiamente la pianta di equiseto, richissima di questo minerale. Si può assumere in forma di decotto di foglie essiccate. Ricchissimi ne sono anche i cereali integrali, miglio, barbabietole, peperoni, soia, semi di sesamo, zucca e girasole, ortaggi a foglia verde.

In quali forme e in quali dosi assumere il Silicio
Il Silicio è venduto in diverse forme. Quella più pratica è forse il Silicio Organico in forma liquida G5. Nel 2005, Loïc Le Ribault, ha fornito ai Laboratori Silicium España, i brevetti originali e tutti i procedimenti per ottenere un silicio adatto alla biologia dell’organismo umano, cioè un silicio solubile e organico con una struttura molecolare specifica che lo rende così efficace. Questo prodotto è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo come Silicio G5. Insieme ai metodi di preparazione Le Ribault ha anche fornito le metodologie per testare il contenuto delle molecole attive di ogni lotto di prodotto che viene preparato. Si tratta di una speciale risonanza magnetica nucleare ‘RMN’ che può determinare il tipo esatto di molecole presenti nel Silicio G5 e assicurarne così l’efficacia. Il Silicio Organico G5 è da assumersi nelle seguenti dosi:

  • Trattamento Intensivo: da 60 a 120 ml al giorno con il tappo dosificatore da due a quattro dosi da 30 ml. Durante un periodo da 1 a 6 mesi o più se necessario più applicazioni esterne (liquido o gel) sulle zone che richiedono maggiore attenzione, almeno 3 volte al giorno.
  • Trattamento di Mantenimento: 30 ml al giorno con il tappo dosificatore, in due volte 15ml+15ml senza límite di tempo più applicazioni esterne da 1 a 3 volte al dì. Non presenta nessuna controindicazione. Adatto per i celiaci, vegetariani, donne in gravidanza e in periodo di allattamento. Nessuna controindicazione.

Il SIlicio organico G5 è disponibile anche in forma di gel, per l’applicazione cutanea in caso di problemi di pelle quali psoriasi, dermatiti, pelle flaccida.

Gli integratori di Silicio sono numerosi. Si veda in questo articolo intitolato Perchè l’equiseto fa bene alle ossa quali sono i vari integratori di equiseto disponibili.

Fonti:
http://www.cure-naturali.it/silicio/2808#benefici
http://blog.bimbonaturale.org/il-silicio-cose-a-cosa-serve-nellorganismo-umano-e-come-assumerlo-in-forma-biodisponibile/
https://www.macrolibrarsi.it/speciali/il-silicio-organico.php
https://www.macrolibrarsi.it/speciali/non-c-e-vita-senza-silicio.php
https://www.g5-silicium.com/it/content/9-composition
https://stilenaturale.com/cornosilice/

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.