Oil pulling con olio di cocco, miele e cannella per un’ottima igiene orale

192

Di oil pulling si è già parlato in questo blog doverse volte. Si tratta di un’antica pratica ayurvedica per ottenere numerosi benefici, non solo a livello orale, ma anche diffusi in tutto il corpo, in quanto una buona igiene orale va ad influre positivamente sugli organi che, anche se non si direbbe, sono collegati alla nostra bocca e ai nostri denti. Non tutti sanno che la placca e il tartaro presenti nella nostra bocca non sono circoscritti solamente nel colletto dentale ma entrano in circolo attraverso il flusso sanguigno e si depositano in altri tessuti, per esempio, nelle nostre arterie. Ne abbiamo parlato in questo post. Va da sè che una corretta salute orale ci porta a ridurre il rischio di altri problemi ben più gravi negli altri organi del nostro organismo.


L’oil pulling una volta al giorno è una buona abitudine per tutti, non solo per chi soffre di malattie o di problemi ai denti. Chi avesse problemi ai denti o gengive, oppure altre patologie, avrebbe maggiori benefici facendolo 3 volte al giorno, prima dei pasti principali (anche se eseguire l’oil pulling in altri momenti della giornata non inficia la buona riuscita della pratica).
Per potenziare l’effetto di questa tecnica millenaria, è consigliabile utilizzare, oltre all’olio di cocco, il miele e alcune gocce di olio essenziale di cannella per gli sciacqui.
Questa pratica fa in modo che tutte le tossine e i batteri accumulati possano essere raccolti dall’olio e quindi espulsi definitivamente dal corpo. I vantaggi sono evidenti e riguardano più fronti: si previene l’alito cattivo e malattie dovute alla prolificazione di batteri nocivi nel nostro corpo, si aiuta la disintossicazione dai metalli pesanti (anche questi di notte si depositano nella bocca) e, grazie alle sostanze presenti negli oli consigliati, si rafforzano denti e gengive.
Il miele è un vero toccasana per la salute dell’uomo: è dotato di attività antibatterica, antivirale, antiparassitaria e antinfiammatoria. Queste proprietà risentono però delle modalità di conservazione: per mantenere tutti i suoi poteri, questo alimento deve essere consumato fresco e deve essere tenuto in un luogo buio e ventilato.


L’olio essenziale di cannella è un ottimo alleato per il contenimento dei batteri orali, e Acquista Online su SorgenteNatura.itdella carie. Ottimo anche nella gengive (applicabile attraverso una sonda gengivale, un semplice spazzolino con una punta in gomma), in quanto stimola la circolazione sanguigna e favorisce i processi di rigenerazione e di riparazione. La cannella ha un elevato contenutodi eugenolo e cineolo, composti caratterizzati da potenti proprietà anestetiche e antisettiche che favoriscono la prrduzione di globuli bianchi. Il dottor Pierre Franchomme e il dottor Daniel Pénoel, han dimostrato l’efficacia dell’olio essenziale di cannella contro il 95% di tutti i batteri patogeni. Antico rimedio contro la bronchite cronica, è oggi protagonista di numerosi studi scientifici. L’ultimo, in ordine di tempo, dimostra che la cannella aumenta il dispendio energetico favorendo l’eliminazione del grasso. Ricerche precedenti hanno invece evidenziato le sue proprietà antiossidanti e antimicrobiche, oltre a mettere in luce i benefici sul controllo glicemico nei soggetti diabetici e l’efficacia nel contrastare l’infezione da Helicobacter pylori.

Ricetta per l’oil pulling con cocco, miele e cannella
Per eseguire gli sciaqui ti serviranno:

  • 2 cucchiaini di olio di cocco vergine biologico;
  • 1 cucchiaino di miele crudo biologico;
  • 2 gocce di oli essenziale di cannella biologico.

Per mischiare il tutto puoi utilizzare una tazzina, ma anche  mettendo in bocca i vari ingredienti uno alla volta va benissimo. SI emulsioneranno direttamente con la tua saliva.
Una volta inserito in bocca l'”intruglio” e mescolato alla saliva, è sufficiente effettuare degli sciacqui per una ventina di minuti e poi sputare il tutto nel sacco dell’umido (non nello scarico del lavandino, in quanto alla lunga l’olio di cocco potrebbe intasarlo).

Fonti:
https://www.ok-salute.it/consigli/combatti-le-carie-miele-cannella/
https://books.google.it/books?id=2xDrDAAAQBAJ&pg=PT114&lpg=PT114&dq=artemis+nadine+olio+cannella&source=bl&ots=hcPcQ5plIA&sig=bqotB9tX4rXnwN1jAXAFJcSBqTQ&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjHi_TLjaraAhWF6xQKHSm5CyQQ6AEIJzAA#v=onepage&q=artemis%20nadine%20olio%20cannella&f=false