Il miglior integratore alimentare di sali minerali? Semplice: l’estratto verde! Cos’è? Come si prepara?

L’estratto verde è un preparato ricavato da un estrattore, che permette, appunto, di estrarre dalle verdure e dalla frutta la “linfa” per poi poterla bere. Esso apporta un sacco di benefici all’organismo.

Per fare un esempio, l’estratto di carote e spinaci è una bomba i vitamine e di sali minerali, in particolare vitamine A-D-C-E, calcio, magnesio.

La nostra alimentazione moderna occidentale è molto spesso sbilanciata e povera di nutrienti. L’estratto verde aiuta il corpo perchè apporta questi nutrienti in maniera del tutto naturale. Unica regola: il succo non deve essere troppo dolce. Se un succo è troppo dolce, crea un gran picco glicemico, che porta conseguenze piuttosto dannose sulla salute. È, dunque, bene usare la frutta con moderazione nella preparazione di estratti. Infatti, nel procedimento di estrazione la fibra viene separata dal succo. È, altresì, noto che le fibre rallentano rallentano l’assorbimento degli zuccheri. Va da sé che se da un frutto (che è già di per sé più o meno glicemico) ci togliamo la fibra, otteniamo una bevanda molto zuccherina, con impatto glicemico piuttosto forte. Negli estratti verdi questo problema non sussiste, in quanto l’effetto glicemizzante della frutta è mitigata comunque dalla linfa derivante da verdure a foglia verde come lattuga, spinacio, cavolo, bieta, sedano, cetriolo.

Il fruto di sola frutta è molto acidificante, un succo di verdure è invece molto alcalino. Quest’ultimo è veramente un toccasana. Provare er credere.

Uno o due bicchieri di estratto verde al giorno possono apportare diversi benefici all’organismo.

In primis lo rimineralizza a partire dal livello cellulare e di tessuti, essendo ricchissimo in sali minerali.

In secondo luogo, disseta in modo del tutto naturale.

Inoltre nutre a livello profondo il nostro organismo. Una delle sue funzioni è, altresì, quella di disintossicare il corpo dalle tossine e di proteggerlo dai radicali liberi, grazie anche al suo alto contenuto in vitamine.

Se siamo nel dubbio su quale integratore di sali minerali assumere, io consiglio vivamente di scegliere quello prodotto dall’estrattore di casa.

Un consigli che può apparire scontato: è bene prediligere verdure e frutta biologiche.

Non mi sento nemmeno di criticare oltremodo gli ortaggi dell’agricoltura non biologica. Piuttosto di niente è meglio piuttosto. La clorofilla e i sali minerali, oltre che le vitamine, contenuti nei prodotti non bio restano comunque una manna dal cielo. Certo che se sono bio, è una manna dal cielo doppia. È come prendere un integratore potenziato. Non è solo il fatto che non ricevono pesticidi e fertilizzanti di sintesi, ma soprattutto è perchè gli ortaggi bio nascono e crescono in una terra viva, in cui la pianta può esprimersi a pieno potenziale, e dalla quale può attingere tutte le sostanze nutritive che poi vengono trasferite nell’organismo.

A dire il vero non è che se non è bio non serve a nulla! Bio è meglio, ma comunque anche un ortaggio non biologico è cresciuto nella terra, al sole e quindi è ricco anch’esso delle energie della terra e della nostra stella.

Personalmente, lavorando in un supermercato biologico, la spesa la faccio sempre dove lavoro, o quasi. So che lì la qualità del cibo è eccelsa. A volte, però, per comodità vado dal fruttivendolo, o al supermercato per non rinunciare ai miei estratti verdi qualora abbia finito le verdure nel io frigo.

Una nota sull’estrattore: ve ne sono di diversi tipi in commercio. Alcuni sono veramente ottimi. Ho visto che stando s una fascia di prezzo di 250-300 € si trovano dei prodotti di ottima qualità. Una cosa a cui prestare attenzione è che le componenti utilizzate nell’assemblaggio del prodotto sono BPA free, ossia non rilascino il bisfenolo-A, una sostanza tossica che viene normalmente rilasciata dalle plastica non di alta qualità.

Sono numerosi gli autori, i quali nei loro testi scrivono dei benefici derivanti da un’assunzione quotidiana di succhi verdi.

Il più celebre è Norman Wlaker, autore del long e best seller “Succhi di frutta e di verdura” edito da Macro Edizioni, nella collana dei tascabili a 5,90 €. in questo semplice e pratico libricino vengono spiegate le proprietà curative delle varie verdure e ortaggi. Nelle formulazioni di estratti proposte da Walker, la base è sempre rappresentata dal succo di carota, vera bomba vitaminica, contenendo essa le vitamine A-D-E-K-C e vari sali minerali.

Nelle libricino sono riportate varie testimonianze di guarigione dalle più svariate malattie. Mi è rimasto impresso un caso di guarigione da problemi di vista che avevano portato una persona alla quasi cecità, con il solo succo di carote. Di grande rilievo anche il caso di un uomo guarito dai calcoli alla cistifellea con l’assunzione di succo di carota, barbabietola e cetriolo.

Un altro grande sostenitore degli estratti verdi è stato il medico tedesco Max Gerson. Nelle sue cliniche ancora oggi, si utilizzano i succhi di verdura per aiutare la auto-guarigione dalle più svariate patologie, in particolare dal cancro. La cura del dottor Gerson si basava e si basa sui succhi verdi (fino a 12 al giorno) in abbinamento a varie pratiche, come i clisteri di caffè e l’assunzione di integratori, oltre ad una rigorosa attenzione alla dieta.

Per chi volesse approfondire è in commercio un libro edito sempre da Macro Edizioni (non sono pagato dalla Macro, sia chiaro!! Solo sono gli editori di una serie di libri che per me sono fantastici!) che esplica bene i principi della cura Gerson.

Un’altra “guru” degli estratti verdi è la Victoria Boutenko, autrice tra gli altri del libro “Le virtù terapeutiche dei frullati verdi”. È vero che qui più che altro si parla di frullati, ma il senso è lo stesso. Il potere della clorofilla delle foglie verdi è potentissimo. La storia della Boutenko è senz’altro meritevole di menzione. Victoria è la madre in una famiglia molto popolare nel web, conosciuta come la Raw Food Family, in quanto da qualche anno ed in seguito ad una serie di problemi di salute piuttosto seri che avevano colpito lei ed il marito, han deciso di intraprendere la via del crudismo. In soldoni, han convertito le abitudini alimentari della famiglia intera, bambini compresi, da onnivori – in perfetto stile junk food americano – a vegan crudista, risolvendo in pratica tutte le varie loro patologie. Tutto bene, fin quado si son resi conto che qualcosa non andava. L’escalation di benefici che avevano avuto fino a quel determinato punto si è improvvisamente arrestata, facendoli dubitare della bontà del crudismo. Non avevano più stimolo a mangiare i cibi crudi a cui erano abituati. Aprivano il frigo e non c’era nulla che facesse loro voglia di essere mangiato.

La svolta è arrivata quando si sono resi conto, che sarebbe stato sufficiente introdurre le foglie verdi nei frullati di frutta!!!

Innumerevoli sono le testimonianze, in questo libro, di guarigioni o comunque significativi aumenti di benessere con l’assunzione quotidiana di frullati verdi!

BUON ESTRATTO!

________________________________________________________________

Articolo di

Francesco Sturaro

Divulgatore e ricercatore indipendente sulle tematiche di salute e benessere, da un punto il più olistico possibile.

Ricercatore di Igiene Naturale (Igienismo).

Consulente scientifico in Nutrizione e Comportamento Alimentare e Consulente in Naturopatia ex art. 2222 e segg. C.C.

Laureato in Economia e Legislazione d’Impresa.

Per incontri personalizzati a Vicenza:

email: detoxvicenza@outlook.it

cell.: 34956703649

ECONOMIA DEL DONO: IO TI DONO LA CONSULENZA, TU MI DONI QUELLO CHE TI DICE IL TUO CUORE!

________________________________________________________________________________

NOTA BENE:

Questo blog è una raccolta di esperienze di auto-guarigione, di informazioni, nozioni, di carattere scientifico e non, che hanno lo scopo di aiutare il lettore a raggiungere uno stato di salute il più elevato possibile, in totale autonomia.

Tali nozioni non sono da intendersi come prescrizioni mediche, e non sono da sostituirsi ad esse. L’autore del blog non è un medico, ma bensì un ricercatore indipendente. Con le informazioni raccolte negli anni sulla base della propria esperienza e di studi effettuati in maniera indipendente, esso intende aiutare il lettore ad apprendere come preservare ed incrementare il proprio stato di salute, facendo leva sul potere di auto-guarigione che ognuno ha. Si consiglia pertanto, di utilizzare le nozioni presenti sul blog con buon senso. L’autore non si assume, pertanto nessuna responsabilità per l’uso improprio del materiale da parte del lettore. Si invita, anzi lo stesso lettore a sottoporre le informazioni presenti nel blog al proprio medico curante, prima di effettuare cambiamenti nel proprio stile di vita e alimentare.

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.