La depressione è solo un sintomo!

173

La depressione non è una vera e propria malattia. È più che altro un sintomo. Esso è solo il campanello d’allarme che sta succedendo qualcosa che per noi non va bene. In questa fase dovremmo porci alcune domande per comprendere cosa provoca quello stato di disagio.

Secondo la psichiatria questo disagio è una malattia da debellare come tutte le altre: lo psichiatra somministra una pilloletta e via, non ci pensiamo più! Spegniamo il segnale d’allarme e non risolviamo la causa del problema.

Ma sarebbe troppo comodo risolvere il problema così (ed infatti non è così che si risolve!) ma avrebbe anche poco senso. La pillola è più che altro un sedativo per non fare sentire quello stato di disagio interiore. Quindi, prendendo il farmaco facciamo esattamente l’opposto di quello che dovremmo fare, cioè ascoltarci.
Purtroppo ci hanno abituati così.
Ma quella non è la via per la guarigione. È la via per prolungare la sofferenza.

Come fare ad ascoltarsi, quindi?
La nostra anima ha delle necessità ben precise. Se le sappiamo cogliere e le assecondiamo sempre più ecco che la depressione si trasforma in gioia interiore, calma, tranquillità, pace, felicità.

Per esempio, dovremmo chiederci:
– Sto svolgendo un lavoro che mi piace?
– Mi sto esprimendo al meglio?
– Nel tempo libero faccio ciò che mi piace?
Frequento persone che sono in sintonia con me e che mi piacciono?
Sento che mi sto dando il permesso per fare ciò che voglio? O devo sempre chiedere il permesso a qualcuno?
La mia vita coniugale/sentimentale è sufficientemente soddisfacente?
Mi sento libero?
Sento di essere utile agli altri?
Ho trovato il mio posto nel mondo?
Sono libero di esprimere il mio pensiero, le mie idee?
Sto esprimendo i miei talenti?

Se proviamo a rispondere sinceramente a queste domande e ad altre domande simili, possiamo avere un’idea di quanto siamo allineati con i desideri della nostra anima! Lei sa cosa vuole e cerca di farci capire in tutti i modi quando stiamo sbagliando e ci stiamo allontanando dal suo volere. La nostra anima ci urla disperatamente di fermarci, di cambiare direzione di… ascoltarla. E noi sembriamo sordi ai suoi lamenti. E ci ammaliamo. E siamo depressi!

Quindi cosa stai aspettando? E’ ora di riprendere in mano la tua vita! Non cercare più scuse per continuare a stare male!

La vita è un’avventura fantastica ed è fatta su misura per ognuno di noi. La mia vita non sarà mai uguale alla tua. La mia anima ha un progetto diverso da quello della tua. Quindi tu ascolti la tua e io ascolto la mia. Così, assecondandola, siamo allineati al disegno divino. Come facciamo a sapere se siamo allineati? La felicità…
Se sentiamo una gioia nel cuore siamo sulla strada giusta. Non parlo della gioia perché la nostra squadra del cuore ha vinto lo scudetto o perché ho acquistato una BMW nuova. Mi riferisco alla gioia continuativa che provo indipendentemente dai miei successi materiali. Certo, questi sono importanti e hanno comunque un posto di rilievo nel nostro cammino. Ma non devono essere il fine. Non devono rappresentare la nostra meta, altrimenti rimarremo sempre delusi, mezzi depressi perché ci mancherà sempre qualcosa.

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.