I consigli nutrizionali di Gesù Cristo – il Vangelo Esseno della Pace

1
660

Molti sono gli insegnamenti di Gesù tramandateci dai Vangeli. Non tutti sanno, tuttavia, che il Maestro ci ha lasciato in eredità un grande sapere anche sul modo migliore di alimentarci, per recuperare e mantenere la salute. Questi “gioielli” giungono a noi per mezzo del “Vangelo Esseno della Pace” un testo di Edmond Bordeaux Szekely, il quale riporta le traduzioni dei Rotoli del Mar Morto, dei documenti ritrovati nel secolo scorso, risalenti all’epoca di Cristo. Questo manoscritto rientra nel gruppo dei vangeli apocrifi. Si richiede al lettore, pertanto, una certa apertura di mente. Ognuno, poi, è libero di crederci o meno, quantomeno, però, proviamo a vedere se questa lettura risuona con il sentire della nostra anima.

Si dice che Gesù appartenesse alla tribù degli Esseni, i quali vivevano in perfetta simbiosi con la Natura. Si dice che si nutrissero di soli cibi vegetali crudi (è da qui che proviene il pane esseno o pane germogliato) e fossero dotati di una spiccata spiritualità.

Sono note le qualità di guaritore di Gesù. Egli, oltre ai numerosi miracoli di cui si narra nei Vangeli canonici, compì altri prodigi, semplicemente dando consigli (che oggi definiremo naturopatici o igienistici) alle persone malate che chiedevano il suo aiuto. A loro consigliava di sottoporsi a digiuno e, in seguito di nutrirsi di alimenti crudi. Consigliava anche di lasciare che gli Angeli dell’Aria (respirazione), della Terra (cataplasmi di fango), della Luce (esposizione integrale ai raggi del Sole), dell’Acqua (clistere di acqua) compissero la guarigione sul corpo.

GLI INSEGNAMENTI DI GESU’ COINCIDONO CON I CONSIGLI DELL’IGIENISMO
Da notare che questi millenari consigli corrispondono perfettamente alle informazioni divulgate dall’Igiene Naturale, della Naturopatia e dalla corrente del Crudismo (Raw Food). Chiunque abbia messo in pratica queste filosofie di vita, avrà senz’altro notato che esse sono fondate e portano sempre a dei benefici e dei miglioramenti nella qualità di vita.

MANGIATE CIBO VEGETARIANO
La tribù degli Esseni non si cibava di animali, ma si nutriva di frutta, verdure, cereali crudi. Interessante, notare, come un personaggio illuminato come Gesù pare fosse un vegetariano.
Ecco le parole contenute nei Rotoli:Non uccidete dunque e non mangiate la carne delle vostre prede innocenti per non diventare schiavi di Satana. Quello infatti è il sentiero che conduce alla morte attraverso le sofferenze. “Ecco, vi do per cibo ogni erba che produce seme e ogni albero da frutto che produce seme. E do per cibo ogni erba verde a tutti gli animali della terra, a tutti gli uccelli dell’aria e a tutto ciò che sulla terra si muove e ha in sè il respiro della vita. E vi do per cibo anche il latte di ogni animale che vive e si muove sulla terra; come ho dato loro l’erba così do’ a voi il loro latte. Ma non mangerete la loro carne né il sangue che la vivifica […]”.

NUTRITEVI DI CIBO CRUDO
Prerogativa dell’alimentazione degli Esseni, pare fosse il fatto di mangiare il cibo nello stato in cui si trova in Natura, cioè crudo. Chiarissime le parole di Gesù, sul fatto di NON cuocere il cibo: Non uccidete né uomini, né animali e neanche il cibo che entra nella vostra bocca!”. Perché se mangiate cibo vivente quello stesso cibo vivificherà anche voi, ma se uccidete il vostro cibo quel cibo morto vi ucciderà. Poiché la vita viene solo dalla vita e dalla morte viene sempre la morte. Infatti ciò che ha ucciso il vostro cibo ucciderà anche i vostri corpi; e tutto ciò che uccide i vostri corpi ucciderà anche le vostre anime. Perché i vostri corpi diventano ciò che mangiate così come i vostri pensieri diventano il vostro spirito. Quindi non mangiate nulla che sia stato distrutto dal fuoco, dal gelo o dall’acqua; perché i cibi bruciati, congelati o marci bruceranno, congeleranno e faranno marcire anche i vostri corpi”.

MANGIATE UN TIPO DI CIBO ALLA VOLTA
È chiaro, dalle parole di Gesù che i cibi vanno mangiati al loro stato naturale e non vanno adulterati, né mescolati tra loro:”E quando vi nutrirete alla sua tavola mangiate sempre tutte le cose così come le trovate, non cucinatele e non mescolate una varietà con l’altra, altrimenti le vostre viscere diventeranno come pantani fumanti; e vi dico, in verità, che ciò e ripugnante agli occhi del Signore. Se voi mescolerete nel vostro corpo tutti i generi di cibo, allora in esso cesserà la pace e in voi si combatteranno guerre senza fine”.

LE CORRETTE QUANTITA’ DI CIBO DA ASSUMERE
Dal Cristo arrivano anche dei consigli sulla quantità di cibo da assumere quotidianamente:”Fate in modo che il peso del vostro cibo quotidiano non sia inferiore a una mina (circa 500 grammi, N.d.R.), e che non superi le due mine. Allora voi non diventerete mai schiavi di Satana e delle sue malattie. E se volete che gli angeli di Dio esultino nel vostro corpo e che Satana fugga lontano da voi, allora sedete alla mensa di Dio una sola volta al giorno.

MANGIATE CIBO LOCALE
Dalla lettura del Vangelo, si evince anche che Gesù era un fan del cibo a km 0! Infatti prosegue:”E non mangiate cibi impuri provenienti da terre lontane ma preferite sempre cibi che producono i vostri alberi; perché Dio sa bene cosa è necessario per voi, dove e quando. Ed egli, riguardo al cibo, fornisce il meglio a tutti i popoli di tutti i regni della terra”.

MANGIATE LENTAMENTE
E non mangiate come fanno i pagani, che si ingozzano in tutta fretta contaminando il loro corpo con ogni sorta di abominazione. Mangiate lentamente, quasi come fosse una preghiera rivolta al nostro Signore; perché vi dico, in verità, che se voi mangerete in questo modo alla sua mensa, il potere di Dio entrerà in voi”.

MANGIATE SOLO QUANDO SIETE TRANQUILLI ED IN PACE
Le moderne correnti New Age legate alla salute e al benessere pongono l’accento sul fatto di mangiare solo quando si è distesi e rilassati. Anche Gesù, nei suoi insegnamenti lo sottolinea:“Quindi non disponete nulla sull’altare di Dio quando il vostro spirito è irritato e, quando sarete nel tempio di Dio, non abbiate pensieri di collera. Entrate nel santuario del Signore solo dopo che avrete udito in voi il richiamo dei suoi angeli, perché tutto ciò che mangerete nella tristezza o nella rabbia o in assenza di appetito nel vostro corpo diventerà veleno”.

DIGIUNATE UN GIORNO ALLA SETTIMANA
Il digiuno terapeutico è ormai una prassi consolidata nel mondo naturopatico e dell’Igiene Naturale. Numerose sono le persone e le testimonianze di guarigione di chi ha utilizzato questa pratica. Duemila anni fa il Cristo la prescriveva a chi si rivolgeva a lui per un aiuto:“Per sei giorni nutrite il vostro corpo con i doni di Madre Terra ma il settimo giorno santificatelo per il vostro Padre Celeste. Il settimo giorno non nutritevi di cibo terreno ma vivete solo della parola di Dio e intrattenetevi per tutto il giorno con gli angeli del Signore nel regno del Padre Celeste. […] nel settimo giorno, fate in modo che gli angeli di Dio costruiscano nel vostro corpo il regno dei cieli. Quindi durante il settimo giorno non lasciate che il cibo, nel vostro corpo, disturbi il lavoro degli angeli. E allora Dio vi dà lunga vita sulla terra, affinché voi possiate vivere per sempre nel regno dei cieli. Perché vi dico, in verità, che se non vedrete più malattie sulla terra voi vivrete per sempre nel regno dei cieli”.

Superfluo ogni commento a queste parole di uno dei più grandi personaggi della storia.

Articolo di

Francesco Sturaro

Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico in Nutrizione e Comportamento Alimentare, ex artt, 2222 e seguenti del c.c.

NOTA BENE:

Questo blog è una raccolta di esperienze di auto-guarigione, di informazioni, nozioni, di carattere scientifico e non, che hanno lo scopo di aiutare il lettore a raggiungere uno stato di salute il più elevato possibile, in totale autonomia.

Tali nozioni non sono da intendersi come prescrizioni mediche, e non sono da sostituirsi ad esse. L’autore del blog non è un medico, ma bensì un ricercatore indipendente. Con le informazioni raccolte negli anni sulla base della propria esperienza e di studi effettuati in maniera indipendente, esso intende aiutare il lettore ad apprendere come preservare ed incrementare il proprio stato di salute, facendo leva sul potere di auto-guarigione che ognuno ha. Si consiglia pertanto, di utilizzare le nozioni presenti sul blog con buon senso. L’autore non si assume, pertanto nessuna responsabilità per l’uso improprio del materiale da parte del lettore. Si invita, anzi lo stesso lettore a sottoporre le informazioni presenti nel blog al proprio medico curante, prima di effettuare cambiamenti nel proprio stile di vita e alimentare.

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.

1 COMMENT