Guarire l’albero genealogico per guarire te stesso

0
100

Quante volte viviamo situazioni non proprio piacevoli, quali malattie, traumi, problemi, etc e ci chiediamo da dove derivino, perchè capitino proprio a noi e cos’abbiamo fatto per meritarcele. Non sappiamo, o meglio, non ci hanno mai insegnato che tali problematiche possono avere origine dal nostro albero genealogico. Problemi, difficoltà e conflitti, fallimenti ed insuccessi, memorie di traumi vissuti dagli antenati si tramandano di generazione in generazione ai discendenti per ragioni insite nei meccanismi di funzionamento del sistema-famiglia.


Nell’albero genealogico si trovano anche tutte le possibili combinazioni di risorse creative del patrimonio ereditarioche possono sostenerci nella realizzazione personale.
La scienza che si occupa di questo intrigante argomento è la psicogenealogia. Il suo postulato principale è che tutti gli esseri umani non sono degli individui a sè stanti senza collegamento tra di essi. In realtà, andando in profondità, vediamo che individui della stessa stirpe sono accomunati da un’anima di gruppo.
L‘anima di gruppo o coscienza familiare (detta anche coscienza sistemica o della stirpe) vincola gli appartenenti a rispondere a regole di comportamento fondate sulla giustizia sociale, cioè su diritti e doveri uguali per tutti gli individui, sull’uguaglianza di ogni essere agli occhi della vita, e ha l’obiettivo di salvaguardare la sopravvivenza e lo sviluppo delle famiglie e degli individui per proteggere la specie dall’estinzione. QUando i diritti naturali di un membro della stirpe vengono negati o violati per le cause più disparate, in genere esperienze gravi di privazione, lutti e soprusi, si altera la bilancia della giustizia sociale e si crea nella cosicenza di grupo una sofferenza, un vuoto che chiede di essere colmato.
Se l’individuo interessato non ristabilisce l’equilibrio venendo ripagato di quel che gli è stato tolto oppure riscattando la colpa commessa, l’ingiustizia viene trasmessa alle generazioni successive di discendenti, tra i quali ci sarà qualcuno che raccoglierà la sfida, incaricandosi di cancellare il debito. E lo farà soffrendo per un sentimento doloroso che non gli appartiene, prendendo sulle sue spalle una riparazione che non gli compete, ma che si accolla per obbedire ad un legame di amore e fedeltà istintiva alla famiglia di origine: la lealtà famigliare invisibile.


In genere i tentativi di cancellazione e riparazione dei debiti vengono fatti in modo inconsapevole (il soggetto ignora la motivazione che lo spinge a compiere un determinato atto) e creano danni alla vita dei discendenti, limitando il loro diritto alla felicità e all’amore, negando il permesso all’espansione economica e alla realizzazione professionale, provocando in questo modo rinunce, sacrifici, sensi di colpa.
La psicogenealogia ha elaborato un sistema efficace e raffinato di decodifica del linguaggio parlato dalla coscienza della stirpe per indicare quale trauma, quale problema, quale obbligo sono stati trasmessi, da quale antenato provengono e da quale evento drammatico o avversità del destino sono stati causati, da quale o da quali discendenti sono stati raccolti e in quale settore della vita opera la loro influenza limitativa sullo sviluppo e sulla completa espansione del soggetto.Acquista Online su SorgenteNatura.it
Lo strumento di lavoro adottato per la decifrazione delle trasmissioni degli oneri familiari è la redazione dell’albero genealogico o genosociogramma, fatta con un esperto, psicoterapeuta o formatore e counselor, relativamente ai contesti che si vogliono indagare e che vanno da una difficoltà personale, ad un disturbo psichico, da un problema di lavoro ad un’ncomprensione nel rapporto di coppia. Si tratta di un metodo efficace che aiuta la persona a riconoscere nella sua vita le missioni riparatrici ereditate dai propri antenati e a sciogliere i sensi di colpa che la portano a sacrificare le esigenze naturali del suo essere e della sua psiche agli obblighi della lealtà famigliare. La accompagna poi a trovare vie di soluzione e modi di ristabilire la giustizia che implichino il rispetto per sè e il ritrovato permesso al godimento dei propri diritti, all’interno di un rielaborato vincolo e sentimento d’amore per la famiglia d’origine e di ua rinnovata coscienza del tesoro di risorse ereditato dai propri antenati.
La psicogenealogia insegna a far luce sui nodi del passato ancestrale, primo passo necessario per liberarci dalle catene dei debiti, dei sensi di colpa e degli obblighi di malintesa lealtà alla famiglia. Da qui si può partire per ristabilire il legame d’amore con gli antenati e riscoprire il vero tesoro della nostra eredità. La nuova consapevolezza permette di sbloccare l’energia vitale dalle limitazioni invalidanti derivate dalle avversità del destino e ci consente di riallineare le nostre azioni con la logica della vita.

Info tratte da:
Anastasia Miszczyszyn, Il potere delle radici, URRA, Milano, 2008.

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.