Espelle polipo nel canale cervicale dopo terapia verbale

271
Questa è una testimonianza molto forte, avvenuta grazie alla terapia verbale di Gabriella Mereu. Questa esperienza può urtare la sensibilità dei più scettici, essendo caratterizzata dal rito della Medaglietta della Madonnina, una pratica dai tratti esoterici che può sembrare pura fantascienza. Tale pratica è stata descritta, prima della dottoressa sarda, anche da Jodorowsky, nel suo Psicomagia. Spiegheremo nel dettaglio tale pratica in un successivo post. Inoltre, la terapia verbale prescritta in questa testimonianza dalla Mereu non è propriamente “gentile”. Ma la terapia verbale è questa. Si cerca di rompere gli schemi, di andare oltre ai buoni costumi costruiti da una società che molte volte è falsa, ipocrita e che, secondo la Mereu, è causa di malattie, in quanto le credenze nell’immaginario collettivo condizionano pesantemente i nostri comportamenti nelle relazioni.
“Il 3 novembre 2009 mi fu diagnosticato un voluminoso polipo nel canale cervicale.
La ginecologa mi fece immediatamente la richiesta di ricovero per l’asportazione  diagnostico-operativa.
Qualche giorno dopo poichè ero molto agitata pensai di chiamare la Dott.ssa Gabriella Mereu, per sentire anche il suo parere.
La Dott.ssa mi disse di:
1. Eseguire il rito della Medaglietta della Madonnina;
2. di prendere i fiori Australiani Equilibrio Donna 7 gocce al mattino e 7 alla sera prima di dormire;
3. di fare i bagni derivativi;
4. di dire all’uomo col quale avevo una relazione in quel periodo che era un uomo di merda!;
5. mi disse inoltre di dormire con un bambolotto;
Dal giorno successivo in cui parlai con la Dottoressa Gabriella Mereu mi attivai per eseguire le sue prescrizioni. Feci il Rito della Medaglietta, comprai i Fiori Australiani e cominciai ad assumerli, iniziai a fare i bagni derivativi e dissi finalmente al mio partner che era un uomo di merda! e cominciai a dormire con il bambolotto.
Qualche giorno più tardi ebbi una richiesta di lavoro molto allettante e chiamai l’ospedale per posticipare l’appuntamento per eseguire gli esami pre-operatori, ma il caso volle che il medico che avrebbe dovuto operarmi avesse un impegno e mi diede un appuntamento a dicembre.
Il 26 Novembre tornando dalla palestra mentre mi sfilavo il Tampax (avevo delle perdite di sangue) notai il polipo proprio al centro di una scanalatura del tampone. Era della stessa misura della falange del dito indice.
Mi fermo qui perchè ritengo che sia piuttosto evidente che il tutto ha funzionato.
Non presi alcun tipo di medicinale, mi attenni rigorosamente a quanto mi aveva indicato la Dottoressa Gabriella Mereu.
Ovviamente tutto ciò che ho scritto è documentabile dalle certificazioni della mia ginecologa che ha eseguito i controlli prima e dopo il polipo.
La ginecologa stessa era incredula, ma si arrese all’evidenza, non c’era più nulla. La stessa mi consiglio di prendere un fiore di Bach, che allora non conoscevo, PINE. E’ tutto documentato (anche la prescrizione del fiore di Bach) e al bisogno posso fornire anche fotocopie, foto, tutto!
Aggiungo infine che contemporaneamente al polipo sparirono anche le perdite di sangue che avevo negli ultimi tempi regolarmente.
Il tutto curato per telefono.”

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.