Ecco perché adoriamo le spiagge di sabbia

90

Alcune riflessioni oggi mi hanno portato a capire perché l’uomo adora stare spaparanzato sulla sabbia al mare e anche solo la vista di una spiaggia ci rievoca sensazioni piacevoli. La sabbia è fatta di silice, quindi silicio, minerale di cui abbiamo scritto in alcuni post nelle settimane scorse. Il silicio è un minerale fondamentale per la salute dell’organismo, in particolare di ossa, denti, capelli e pelle. Esso, come si è detto, aiuta a meglio assimilare gli altri minerali come il calcio, il magnesio, lo zinco, etc. Anche il solo contatto con la sabbia, sortisce un effetto terapeutico sul nostro corpo e sulla nostra psiche.


Ecco spiegato, dunque, il grande amore di tutti i bambini del mondo verso la sabbia, i castelli di sabbia, le piste per le biglie sulla spiaggia, i bagni di sabbia e tutto ciò che ci va dietro. Sarà per questo che ci piace così tanto scrivere “T’amo” sulla sabbia?
Certo, nelle località di villeggiatura marine non c’è solo la sabbia ma, ovviamente, c’è anche il mare con tutto il suo carico magnetico e mineralinico. L’accoppiata mare-sabbia è un mix vincente! L’effetto terapeutico è assicurato.
Si è detto dell’importanza di avere un adeguato livello di silicio nel corpo (si leggano i seguenti post: 1, 2). La sabbia ci aiuta, inoltre, ad assimilare i minerali presenti in essa, nel mare e nelle alghe.
Inoltre, la sabbia fornisce un’azione di peeling naturale, dove le cellule morte vengono eliminate e allo stesso tempo si accelera il processo di rinnovamento della cute. Ecco perché quando si è distesi in spiaggia è utile passare piccole manciate di sabbia, ad esempio sulle gambe, ed effettuare un movimento costante e circolatorio.

Le sabbiature: una manna dal cielo
Per assimilare al meglio le proprietà benefiche della sabbia, esiste un trattamento chiamato psammoterapia, meglio conosciuto come sabbiatura, che si basa sulla capacità dei granelli di cedere calore senza ustionare e sull’azione dei sali dell’acqua marina e della silice.
Per una corretta riuscita di questa cura naturale, è sufficiente scavare una buca di una decina di centimetri, aspettare che la sabbia umida in superficie si asciughi al sole e poi ci si può sdraiare dentro. Poi è necessario coprire il corpo con un paio di centimetri di sabbia lasciando ovviamente la testa, ben coperta dai raggi, fuori dalla sabbia. La prima volta è meglio non superare i dieci minuti e poi, pian piano, arrivare ad un massimo di venti. Quando si esce dalla ‘sabbiatura’ bisogna rimanere all’ombra per dieci minuti avvolti in un asciugamano. Infine, un tuffo in mare completerà il beneficio.
I benefici di questo trattamento sono dovuti al calore e ai sali minerali che hanno un effetto analgesico e un’azione benefica sulle ossa. Un ulteriore aiuto deriva anche dalla forte sudorazione che permette di eliminare una grande quantità di tossine dovute allo stress o ai farmaci, che solitamente sono tra le cause delle tensioni muscolari.
Questo trattamento così economico e naturale è l’ideale per chi soffre di artrosi e reumatismi.
La sabbiatura viene effettuata normalmente tra le 11 e le 16, quando il sole è più forte e il beneficio maggiore.
Le sabbiature, sebbene abbiano effetti benefici incredibili, non sono da consigliare a tutti. In particolare, sono assolutamente proibite per cardiopatici, ipertesi ed ipotesi, poiché potrebbe provocare sbalzi pressori ed accelerazione del battito cardiaco, per bambini molto piccoli e per le donne gravide, poiché il brusco rialzo della temperatura potrebbe provocare più danni che benefici; per i diabetici, per i quali si rischierebbe un abbassamento improvviso della glicemia; per gli anemici, per chi ha riportato ferite non ancora rimarginate, per chi soffre di vene varicose, per i nefropatici.

Fonti:
https://www.paginemediche.it/benessere/viaggi-e-vacanze/sabbia-e-sabbiature-tutti-i-benefici
http://www.donnad.it/