Calcoli al fegato: lavaggio epatico o asportazione chirurgica della cistifellea?

1441

Sempre più spesso mi capita di incontrare persone che scoprono di avere dei calcoli nella cistifellea e nei dotti biliari e che vengono consigliati dal medico di eseguire un’asportazione chirurgica dell’organo.
Casi di questo tipo sono all’ordine del giorno. Lo vedo durante lo svolgimento del mio lavoro. Essendo a contatto con la gente (lavorando in un negozio di alimenti biologici) ho la possibilità, qualora il mio interlocutore si dimostri aperto al dialogo, di informarlo dell’esistenza di un metodo alternativo e molto più naturale dell’intervento del bisturi, per eliminare i calcoli al fegato e alla cistifellea.
La maggior parte delle persone non è a conoscenza del fatto che sia possibile eliminare i calcoli dal fegato e dalla cistifellea praticando un lavaggio epatico in maniera (quasi) del tutto naturale.
Non essendo io un medico, posso solo informare le persone di tale possibilità e posso tutt’al più consigliare loro di leggere il libro, a mio avviso molto completo e ben fatto, ad opera di Andreas Moritz, intitolato “Guarire il fegato con il lavaggio epatico”. In questo libro, edito da Macro Edizioni, è descritto per filo e per segno, come prepararsi e come eseguire il lavaggio del fegato in maniera naturale, senza interventi chirurgici.


Non tutti sanno che praticamente la totalità delle persone, pur non essendone a conoscenza, ha il fegato o la cistifellea più o meno intasata da questi sedimenti di bile calcificata.
Il più delle volte non danno luogo a sintomi precisi, come coliche o dolori, ma sono presenti in forma silente e non sono rilevabili dalle ecografie, a meno che non abbiano raggiunto dimeAcquista Online su SorgenteNatura.itnsioni ragguardevoli.
Avevo sentito parlare di questa pratica da diverse persone negli anni scorsi. Tuttavia, non mi ero mai convinto a cimentarmi nel lavaggio epatico in quanto ero molto scettico, poiché avevo sentito diversi pareri da persone esperte in naturopatia, igienismo o altre tecniche alternative, tra i quali molti contrari al sistema oggetto di discussione. Alcuni mi facevano notare quanto questo metodo fosse invasivo, e che alla fine della fiera sarebbero stati più i danni che i benefici.
Un bel giorno, mi sono imbattuto nel libro di Andreas Moritz e l’ho letto tutto d’un fiato.
Mi sono convinto che questa pratica non fosse così dannosa come si diceva ed ho deciso di sottopormi io stesso ad alcuni lavaggi del fegato.
Fin dal primo lavaggio che ho eseguito su di me, ho avuto la conferma che questo metodo funziona davvero. E i calcoli fuoriescono in modo inequivocabile. È un metodo talmente scientifico ed empirico che all’atto pratico, scopri che accade esattamente, per filo e per segno, ciò che Andreas Moritz (e la dott.ssa Clark prima di lui) avevano descritto nel libro.
A volte può capitare di espellere calcoli, grandi quanto una moneta da 1 euro!!! Altre volte escono dei calcoli più piccoli, ma in quantità maggiori. A volte esce un grumo di calcoli tutti uniti a formare un ammasso grande quanto una pallina da golf.
I maggiori detrattori (sono più di quanti pensassi anche tra i sostenitori e praticanti dei metodi alternativi di salute) sostengono che quelli che fuoriescono dal colon, in seguito alla pratica dei lavaggi epatici, non siano altro che l’olio di oliva (che è tra gli “ingredienti” utilizzati per il lavaggio) assunto durante la pratica, che si addensa fino a formare quelli che sembrano calcoli ma chi lo ha eseguito almeno una volta si rende conto che lo sono veramente.
A me viene da dire che è evidente che queste persone non abbiano mai provato a sottoporsi ad un lavaggio epatico in prima persona.
Come sempre quando si parla di metodi alternativi e naturali, la cosa migliore che possiamo fare è quella di provare in autonomia, per vedere se corrisponde al vero oppure no.Acquista Online su SorgenteNatura.it
Io l’ho fatto, pur essendo inizialmente scettico e mi sono ravveduto. E come me molti altri.
Lo so che può creare imbarazzo parlare di questo, ma quando annusi, tocchi e vedi questi calcoli non hai dubbi. Non possono che essere tali. L’odore acido che emanano mi dà l’impressione che contengano materiali che sono lì fermi da diversi anni.
Ad onor del vero tale metodo non è propriamente naturale al 100%. E’ sempre un po’ invasivo. Ma a ben vedere dobbiamo scegliere tra il male minore: vivere con i calcoli (e magari farsi asportare la cistifellea) vita natural durante, oppure raggiungere un ragionevole compromesso.
In fondo cos’è più naturale? Farsi tagliar via un organo prezioso come la cistifellea solo perchè la classe medica non sa come altro liberarti da questi “intrusi” (i calcoli), oppure utilizzare per una volta nella vita un rimedio di farmacia in piccole dosi? O è più naturale vivere portandosi appresso un carico di tossine nel fegato che procura dei forti disagi alla digestione e a tutto l’organismo?
È forse naturale l’alimentazione e lo stile di vita che ci porta a “maturare” questi indesiderati ospiti?
In effetti per eseguire il lavaggio si utilizza un componente di sintesi, il sale di Epsom, che si vende a pochi centesimi in farmacia. Ma lo si usa in piccolissime quantità e solo per il numero di volte che ci si sottopone al lavaggio epatico. Io che mi sono sottoposto ad 8 lavaggi, ho usato il sale di Epsom solo 8 volte in vita mia. E ora non lo userò mai più. Se questo è il prezzo da pagare per non avere problemi alla cistifellea ben venga!!
Ma come si esegue esattamente questo lavaggio epatico?È una pratica piuttosto semplice.

  1. si comincia un lunedì a sottoporsi ad un regime alimentare vegano, evitando accuratamente cibi raffinati o troppo grassi;

  2. contemporaneamente si beve un litro di succo di mela (senza zuccheri aggiunti) naturale al giorno, lontano dai pasti, per 6 gg;

  3. il sesto giorno si beve tutto il succo di mela alla mattina;

  4. a pranzo si mangia un pasto leggero a base di carboidrati (riso o patate vanno benissimo) senza olio (molto importante evitarlo assolutamente in quanto potrebbe creare problemi nel proseguo della pratica) e senza sale con al limite delle verdure;

  5. non mangiare più nulla fino a sera – è consentito solo bere acqua;

  6. bere 2 bicchieri di acqua e sale di Epsom (uno alle 18 e uno alle 20);

  7. alle 22 bere un mix di olio di oliva e succo di pompelmo e coricarsi immediatamente;

  8. se possibile dormire. Si sentiranno forse già i primi calcoli passare tra i dotti biliari e transitare nel colon;

  9. la mattina bere altri 2 bicchieri di acqua e sale di Epsom (alle 6 e alle 8);

  10. dalle 10.30 in poi si può bere un estratto di frutta e verdura e poi mangiare un po’ di frutta;

  11. dal pranzo in poi si può tornare a mangiare qualcosa di solido ma leggero;

  12. tenere la mattinata e il pomeriggio liberi, in quanto sarà necessario correre spesso in bagno per far foriuscire i calcoli che espelliamo!

N.B. Per i dettagli sulla procedura si consiglia di leggere il libro di Andreas Moritz “Guarire il fegato con il lavaggio epatico”, Macro Edizioni. Lì viene spiegato tutto per filo e per segno in maniera esaustiva.

BUON ESPERIMENTO!

NOTA BENE:
Questo blog è una raccolta di esperienze di auto-guarigione, di informazioni, nozioni, di carattere scientifico e non, che hanno lo scopo di aiutare il lettore a raggiungere uno stato di salute il più elevato possibile, in totale autonomia.
Tali nozioni non sono da intendersi come prescrizioni mediche, e non sono da sostituirsi ad esse. L’autore del blog non è un medico, ma bensì un ricercatore indipendente. Con le informazioni raccolte negli anni sulla base della propria esperienza e di studi effettuati in maniera indipendente, esso intende aiutare il lettore ad apprendere come preservare ed incrementare il proprio stato di salute, facendo leva sul potere di auto-guarigione che ognuno ha. Si consiglia pertanto, di utilizzare le nozioni presenti sul blog con buon senso. L’autore non si assume, pertanto nessuna responsabilità per l’uso improprio del materiale da parte del lettore. Si invita, anzi lo stesso lettore a sottoporre le informazioni presenti nel blog al proprio medico curante, prima di effettuare cambiamenti nel proprio stile di vita e alimentare.

SHARE
Consulente in Naturopatia e Consulente Scientifico del Comportamento Alimentare ex art. 2222 e segg. c.c.